Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • top-home-annuario-green
  • annuario2016
  • home-una-vita
  • top-home
  • top-home-oscar
  • annuario2017

LOCARNO70: MATHIEU KASSOVITZ Excellence Award Moët & Chandon 2017

awardexcelllocarno25

Locarno70 omaggerà con l’Excellence Award Moët & Chandon Mathieu Kassovitz. L’attore, regista e sceneggiatore francese sarà ospite in Piazza Grande sabato 5 agosto in occasione della prima mondiale del film Sparring di Samuel Jouy.

L’Excellence Award Moët & Chandon della 70esima edizione del Locarno Festival sarà consegnato a Mathieu Kassovitz, figura unica all’interno del cinema francese e internazionale, da un lato amato e controverso regista, e dall’altro, interprete di film di culto. Conosciuto al grande pubblico grazie alla sua interpretazione nel ruolo di Nino Quincampoix accanto a Audrey Tautou in Le fabuleux destin d’Amélie Poulain (2001) di Jean-Pierre Jeunet. Mathieu Kassovitz debutta a undici anni come attore in Au bout du bout du banc (1978), punto di partenza di una vita e una carriera trascorse davanti e dietro la macchina da presa. Nel 1993 il film Métisse, da lui scritto, diretto e interpretato gli vale due nomination ai César. Nel 1994 la sua prova nel film di Jacques Audiard in Regarde les hommes tomber (1994) lo consacra con il César per la migliore promessa maschile. Il talento e l’unicità di questa figura di attore e regista viene confermata con la sua interpretazione nel 1997 in Le cinquième élément di Luc Besson e come regista con il film La haine (1995) da lui scritto e diretto. Palma per la miglior regia a Cannes – nella quale si ritaglia il ruolo di uno skinhead – di fredda attualità e virale potenza, che racconta una generazione dimenticata e un intero Paese attraverso una singola periferia. Negli anni successivi Kassovitz continua la sua carriera tra il cinema d’essai e cinema main-stream collaborando con registi di grande spessore come Costa-Gavras (Amen, 2002),Steven Spielberg (Munich, 2005) e Michael Haneke (Happy End, 2017).CarloChatrian7

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Locarno Festival commenta: “Mathieu Kassovitz è uno degli attori con più talento della sua generazione. Egli è l’erede di quella grande tradizione d’interpreti che arrivano a essere credibili nei ruoli più diversi: nei panni di un prete come in quelli di un agente del Mossad. La prova a tutto tondo nei panni del pugile e padre di famiglia Steve Landry in Sparring, che segue a poca distanza quella in Happy End, è l’ennesima conferma che Kassovitz è un attore che sa incarnare come pochi le anime diverse di un popolo”.

Mathieu Kassovitz riceverà l’Excellence Award Moët & Chandon in Piazza Grande sabato 5 agosto. L’omaggio sarà corredato della proiezione di una selezione di film della sua carriera. Fra i vincitori nelle scorse edizioni dell’Excellence Award vi sono Susan Sarandon, John Malkovich, Michel Piccoli, Isabelle Huppert, Gael García Bernal, Juliette Binoche, Giancarlo Giannini, Edward Norton e, nel 2016, Bill Pullman. Moët & Chandon sostiene il riconoscimento per il nono anno consecutivo.

  • banner fabbricanti oro
  • banner 130x65 noassociati
  • bannercuktural news
  • banner-christie

© 2001-2015 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies