Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2018
  • top-home-oscar
  • home-una-vita
  • annuario2017
  • top-home
  • annuario2016

ORA TI CURO IO -  Ho preso il cancro per le corna

L’ultimo libro di Marina Ripa di Meana scritto con Marino Collacciani - La presentazione Giovedì 3 maggio alle 18,30 a Palazzo Ferrajoli, piazza Colonna 355, Roma

12CopertinaMarinaRipaL’ultimo libro Marina Ripa di Meana l’ha scritto con Marino Collacciani, suo amico giornalista e suo primo ufficio stampa nel lontano 1976. Quarantadue anni di amicizia che portano gli autori a confrontarsi liberamente sul tema del cancro che ha colpito Marina nel gennaio del 2001. Da un rene all’altro con varie metastasi, cambi di terapia e sofferenze durante le quali emergono costantemente forza, coraggio, dignità e anche un pizzico di ironia che non è mai mancato nella vita di una donna apprezzata per la sua intelligenza e per la sua schiettezza, spesso clamorosamente fuori degli schemi.

Il lavoro ultimato a fine novembre è stato pubblicato a febbraio, poco dopo la sua morte (5 gennaio). Successivamente, la morte del marito Carlo a meno di due mesi di distanza (2 marzo), nel rispetto del dolore, ne ha ritardato la presentazione al pubblico.

Dal racconto di una fiera battaglia emergono spaccati inediti di storia italiana e tanti piccoli tasselli di una personalità forte quanto controversa e, comunque, come quella di tutti gli esseri umani soggetta alla sofferenza e ai problemi quotidiani. Ne scaturisce un quadro che restituisce Marina al suo reale aspetto umano, quello che in fondo la gente ha saputo intuire, apprezzare ed amare.

Il libro sarà presentato alla stampa, alla presenza di centinaia di invitati, giovedì 3 maggio alle 18,30 a Roma, a Palazzo Ferrajoli in piazza Colonna 355, cortesemente concesso dal marchese Giuseppe Ferrajoli che farà gli onori di casa. Interverranno l’ex ministro della Sanità e dell’Ambiente Francesco De Lorenzo (da anni impegnato nel sociale come presidente della Coalizione europea dei malati di cancro), il produttore cinematografico Pietro Innocenzi, il figlio adottivo di Carlo e Marina Ripa di Meana Andrea Cardella unitamente all’autore Marino Collacciani, e all’editore Maurizio Cuzzolin.

Nel corso della presentazione, che vedrà in platea illustri ospiti del mondo culturale, istituzionale e imprenditoriale della città, l’attrice Marina Tagliaferri, protagonista di “Un posto al sole”, che ha da poco festeggiato il traguardo delle 5.000 puntate, interpreterà alcuni brani tratti dal libro.

Un libro diverso, perché la protagonista ne è testimonial diretta e chi la “racconta” la conosceva da quarantadue anni, quando cominciò a scrivere di lei. Un tempo sufficiente per fermare ed esplorare un segmento di vita inedito e personale che diventa non solo messaggio di solidarietà verso chi soffre, ma anche stimolo reale per un cimento da sostenere con forza e dignità. E, grazie a Marina, consente di rimodellare quel concerto di “male incurabile” che ha pesato a lungo nell’approccio agli interventi e alle terapie di chi ha affrontato l’esperienza di un tumore. Perché la malattia può renderti migliore: “Quando stiamo bene – sosteneva Marina – la vita è scontata: invece, quando le forze diminuiscono piano piano, godi dei privilegi del giornata, delle cose belle”.

Così, “Ora ti curo io – Ho preso il cancro per le corna" – diventa una sorta di testamento, uno spot verso un ottimismo non sfrenato bensì consapevole. Sta a ciascuno di noi coglierne i significati, destinando riflessione e applicazione agli accadimenti quotidiani, anche con un sorriso che schizza fuori tra le pieghe del dolore. Un libro scritto a quattro mani, parole e musica dell’anima di entrambi gli Autori, concetti e suoni plasmati dalla sensibilità, da esperienze personali o indirette, ma ugualmente vicine e decisive, con la capacità di mettere in discussione le proprie emozioni al cospetto di una realtà troppo più grande per essere affrontata con la presunzione di ignorarne lo strapotere, ma con la consapevolezza di potersi sentire coraggiosi e fieri artefici di una battaglia.

Gli Autori

Marina Ripa di Meana, all’anagrafe Maria Elide Punturieri, nasce a Reggio Calabria il 21 ottobre 1941. Dopo poco tempo la sua famiglia (il padre è un avvocato) si trasferisce a Roma e a vent’anni sposa Alessandro Lante della Rovere: dal matrimonio nasce Lucrezia, sua unica figlia naturale.

Stilista d’alta moda, frequenta i protagonisti italiani della vita economica e politica che trascina nei locali notturni alla moda di una Capitale “blindata” durante gli Anni di Piombo. Provocatrice e acuta osservatrice, lancia campagne ambientaliste che conduce al fianco del suo secondo marito, Carlo Ripa di Meana, e poi del figlio adottivo Andrea Cardella. Autrice di libri di successo, ha convissuto 17 anni con la malattia che racconta con forza e ironia sino all’ultimo. Si è spenta a Roma il 5 gennaio 2018.

Marino Collacciani, 63 anni, nato ad Avezzano, padre di Andrea, 34 anni e Riccardo, 25, laureato in Giurisprudenza a “La Sapienza” di Roma. Giornalista professionista de “Il Tempo” per 43 anni, ha realizzato da inviato speciale inchieste e reportages in Italia e in molti Paesi del mondo.

E’ Autore di due memorabili scoop: la scoperta del “massacro del Circeo” e l’arresto di Enzo Tortora. E’ stato il “delfino” delle cronache nazionali durante gli Anni di Piombo. Agli inizi della sua carriera giornalistica conosce Marina Lante della Rovere e ne diventa il suo primo ufficio stampa nel 1976. Nasce un’amicizia profonda e disinteressata che lo porta a conoscerla negli aspetti più reconditi dell’anima. Esperto di comunicazione e scrittore di numerosi saggi, è docente presso l’Università eCampus e direttore della rivista medico-scientifica “My Life”.

  • banner fabbricanti oro
  • banner 130x65 noassociati
  • bannercuktural news
  • banner-christie

© 2001-2015 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies