Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2020
  • home-una-vita

ISTANBUL: LOCATION PERFETTA

 

IstanbulportoANN24

"PROTAGONISTA" DI TANTI FILM DI SUCCESSO, ACCOGLIENTE, RICCA DI SPUNTI CULTURALI, MONUMENTI, MUSEI, MOSCHEE, MERCATI, ALBERGHI E RISTORANTI, CON IL VALORE AGGIUNTO DELLA SUA GENTE INCREDIBILE

(testo e foto di Claudio Patriarca)

Istanbul, aprile - Come ha detto Lav Diaz, regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, direttore della fotografia: "Ricorderemo il mondo attraverso il cinema"… E non sono stati pochi i film girati a Istanbul: Topkapi, A 007 dalla Russia con amore (vedi foto qui a fianco), Crossing the Bridge, La sposa turca, La passione turca, Il bagno turco, Il rosario sbagliato, I due volti di gennaio, Fuga di mezzanotte, The International, Harem Suaré, Taken 2 – la vendetta, Skyfall, Argo, tante per citare alcuni titoli. 

Agrumiistanbul14Le glorie di questa città sono tante, storia e leggenda s'intersecano fino a diventare un tutt'uno accettabile e financo logico e legittimo: è il caso – e ne citiamo solo uno tra mille – dello straordinario "Spoon Maker" custodito in una vetrina a prova di proiettile, martello, sassi ed altre piacevolezze del genere, posto nelle Sale del Tesoro del favoloso Topkapi, la residenza di capi tra le più famose al mondo.Istanbulgiardino7

La gemma è considerata il quarto diamante più grande del suo tipo ed è conservato con dispositivi di massima sicurezza. 86 carati, montato su argento dorato, è circondato da una doppia fila di diamanti più piccoli tagliati all'antica.

Come ricorda il suo nome (spoonmaker in inglese significa “fabbricante di cucchiai”) questo enorme diamante, dalla grande purezza e dal valore inestimabile, secondo una fra le tante leggende, venne trovato da un povero intagliatore di posate di legno e dopo essere passato di mano in mano, alla fine pervenne tra i tesori dei Sultani Ottomani. Storia e leggenda, come dicevamo. 

Quello che più colpisce girando per le strade di questa metropoli, sono i bambini, gruppi di bambini, tutti scolari, con le loro maestre, che visitano la città e i suoi punti di interesse: tutti sorridenti, allegri, pieni di vita.

donnegiardino16E le donne, tante donne, giovani e meno giovani, donne del posto e turiste di varie etnie che si incontrano per un tè e pasticcini in uno dei numerosi locali della città, o che fanno un picnic sull'erba davanti alle moschee, in mezzo ai fiori di ogni colore e scattano fotografie.

E poi i turisti di mille provenienze: fra gli europei, spiccano tedeschi, francesi, britannici. Non mancano gli americani e naturalmente gli italiani che sono i più "vicini" da un punto di vista geografico.

Sempre pieni i numerosissimi caffè all'aperto, i ristoranti grandi e piccoli, dove si possono gustare le specialità locali ed internazionali, a prezzi molto ragionevoli. Per non parlare delle pasticcerie che offrono dolci veramente dolci da consumare sul posto o da portar via, anche rientrando dal viaggio, per assaporare a casa propria la deliziosa Baklava, i Lokum, l'Helva dai vari gusti...

La scelta alberghiera è variegata, si può alloggiare nel centro storico o presso Taksim, i collegamenti con i vari punti importanti della città sono assicurati da comodi taxi, ma c'è anche la metropolitana, e ogni tanto s'incontra un pittoresco tram rosso in puro San Francisco style.Istanbulbottegaoro16

Istanbul possiede innumerevoli moschee, alcune sono di una bellezza profonda, tre in particolare testimoniano della grandezza artistica di queste genti e della potenza dei Sultani al tempo che fu.: Santa Sofia (costruita come chiesa Bizantina, poi diventata una moschea Ottomana e successivamente un museo), Solimano e la Moschea Blu. Quest'ultima è forse la più bella, la sua struttura testimonia di un gusto inusitato, il contenuto di una cultura antica e aperta. Le tonalità del blu sono totali, i rivestimenti hanno dell'incredibile. Possente, grande e massiccia all'esterno, la Moschea Blu è raffinata, elegante e cesellata al suo interno. L'antitetico è, nel caso, sinonimo di bellezza. Mèta obbligata per chi visita Istanbul è il Gran Bazaar. Qui è impossibile sottrarsi agli acquisti e questo è il riconoscimento che si deve all'arte commerciale, davvero levantina, dei turchi in genere. Paradiso autentico dell'oreficeria, con decine, centinaia di negozi rigonfi di oggetti di ogni dimensione e prezzo, il Gran Bazaar è agguato perenne di tentazioni.

tramCULT3E anche questo è Istanbul, la vecchia Istanbul legata alla "nuova" dai ponti che attraversano una lingua del Bosforo detta "Corno d'Oro" primo fra tutti il ponte di Galata. 

l'Operatore 4Winds organizza viaggi a Istanbul a quote davvero interessanti, ed ha offerte speciali ricorrenti per week-end, long week-end o anche soggiorni più lunghi e tours accompagnati in tutta la Turchia.

www.4winds.it – Tel. 06 7024406 

 

  • Baner Ehome

© 2001-2020 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies