Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2020
  • home-una-vita

IL "MADE IN ITALY" DI MARCO LO RUSSO AKA ROUGE

MarcoLoRussoAurelija25

In Lituania dopo Cuba - Tutto esaurito alla Settimana della Cultura di Cuba, Lo Russo pronto per altri concerti

«Cuba mi lascia dentro sempre più una carica che stenta ad abbandonarmi. Il pubblico assapora l'arte, la mia musica, se ne ciba e questo mi riempie di soddisfazione. Emozioni ricche e gioia, condivisione, è ciò che mi porto via da questa meravigliosa esperienza». Marco Lo Russo aka Rouge, di ritorno dalla XVIII Settimana della Cultura Italiana a Cuba, organizzata dall'Ambasciata italiana a L'Avana, porta con sé una valigia piena di applausi e di gratificazioni; date di concerti ripetute a clamor di pubblico, cambiamenti di location all'ultimo minuto perché troppi spettatori non avrebbero potuto assistere al concerto... insomma una Cuba innamorata di Marco Lo Russo, compositore e fisarmonicista italiano, giovane intraprendente che con le sue sole forze porta avanti, in giro per il mondo, il progetto di rivalutare uno strumento da sempre relegato a balere e feste di paese, rendendogli onore, dignità e nobiltà: la fisarmonica.MarcoLoRussoDavidBlanco16

In stagione con uno dei più blasonati nomi del panorama musicale italiano, il violinista Uto Ughi, Marco Lo Russo ha fatto registrare il “tutto esaurito” nei tre concerti inseriti nell'anteprima e nella Settimana Italiana della Cultura, tenutasi lo scorso novembre, tanto che lo spettacolo in prima mondiale con le sue musiche, Caminos con la compagnia di danza Retazos, diretta da Isabel Bustos, ha avuto una replica fuori programma. Il concerto di apertura, organizzato dall'Oficina Leo Brouwer, ha visto la sua partecipazione straordinaria come solista con l'Orchestra dell'Avana diretta da Dajana Garcia; da diversi anni Marco Lo Russo collabora con il Maestro Leo Brouwer e, tra un concerto e l'altro, stanno portando insieme a compimento un importante lavoro di trascrizione di opere dello stesso Brouwer. Originariamente scritte per chitarra, le partiture, sono state adattate per fisarmonica sola da Marco Lo Russo ed eseguite in prima mondiale già nel 2012, e verranno pubblicate tra non molto.

Grande la gratificazione per Marco Lo Russo per il concerto di chiusura della Settimana Italiana della Cultura dal titolo “Made in Italy” tenutosi, proprio per soddisfare le richieste del folto pubblico, nella centralissima Piazza Vecchia de L'Avana, accompagnato sul palco dalla rock star cubana David Blanco, «uno scatenarsi senza sosta, in perfetta armonia, fondendo diversi stili musicali, proprio quel che amo quando ho il piacere di esibirmi con artisti diversi da me per formazione culturale e artistica», ha commentato il performer italiano. Made in Italy non è solo un concerto ma rappresenta un concept a cui Marco Lo Russo tiene in particolar modo e che intende promuovere il marchio “Italia” nel Mondo, a Cuba ha coinvolto noti artisti del posto con, appunto, David Blanco e la splendida attrice Sheila Roche.

Il Maestro è pronto a ripartire, e questa volta si esibirà in Lituania, a Palanga, il 19 Dicembre, quando suonerà al fianco di Aurelija Matuleviciute al Ramybe, centro culturale di artisti rinomato a livello internazionale, portando avanti il progetto “Sensual Duo”.

Al rientro in Italia, il 23 Dicembre alle 16.30, Marco Lo Russo terrà una conferenza stampa presso gli studi di Radio Immagine (FM 97.0-92.0) con la moderazione della giornalista Renata Guerrini; il Maestro risponderà alle domande della stampa locale riservandosi di esibirsi e fare gli auguri ai suoi concittadini in diretta radiofonica.

www.marcolorusso.com/settimana-della-cultura-italiana-a-cuba-fisarmonica-uto-ughi-e-altro

Nella foto in alto: Marco lo Russo con  Aurelija Matuleviciute  (ph-by-Juozas-Sirusas); nella foto a destra il Maestro con  David Blanco.

  • Baner Ehome

© 2001-2020 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies