Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2020
  • home-una-vita

GIAMPAOLO ATZENI – WOMEN & POP ART

 

Dal 16 al 27 febbraio 2016 presso la Biblioteca Guglielmo Marconi di Roma Giampaolo Atzeni esporrà 15 sue opere ad acrilico su tela realizzati dal 2009 al 2016 + 10 lavori su carta in tecnica mista eseguiti dal 1997 al 1999

Women e Pop & Art

bibliotecaAtzeni11Atzeni è un fotografo. Atzeni è un designer. Atzeni è uno dei più interessanti esponenti del Neo pop europeo. Figlio della Pop Art di Warhol e Lichtenstein a cui guarda con rispetto seppur definendosi con un suo stile personale che si apre alla metafisica a metà strada tra De Chirico e Magritte. Estetica del voluttuoso ma discreto. Esaltazione del colore grazie ai suoi acrilici su tela. Tecnica e dialettica dai molti echi e reminescenze che sono la summa del suo vissuto. La Pop Art di Atzeni guarda al suo bagaglio esperienzale. Zingaro - marinaio come il Corto Maltese tatuato sul braccio, porta nella sua estetica il viaggio. Retaggio del passato da fotoreporter. La moda, come distinzione individuale e fenomeno di massa. È qui che assieme alla sua attenzione per il cinema, abbiamo la maggior aderenza al concetto di Pop Art. L'immagine moltiplicata "pret a porter", che si specchia nelle allusioni al fumetto e all'illustrazione pubblicitaria. Le donne poi. Croce e delizia di una vita sentimentalmente inquieta. E alle donne guarda, "Women", con divertita curiosità. Antologia per immagini dell'universo femminile di Giampaolo Atzeni. Punto di vista circolare, dall'icona Eva al mito di Afrodite. Circolare come un effetto centrifuga in cui confluiscono e si conciliano le magnifiche ossessioni di un'artista a tutto tondo che non smette di sorprendersi e sorprenderci.

Ma cos'è la Pop Art?

Nasce in Inghilterra negli anni cinquanta per poi esplodere negli Stati Uniti. È un fenomeno che partendo dalla pittura e dalle arti figurative si evolve in tutte le discipline del 900, dal cinema alla pubblicità. Si articola sull'individuazione e tasfigurazione di quei feomeni di massa, siano fatti, oggetti o persone, che segnano l'iimmaginario. S'interessqa quindi di prodotti di largo consumo, di star del cinema, di eventi storici. La Pop Art  supera il concetto di unicità dell'opera, affermando come la stessa sia replicabile. La scena italiana  vede tra i suoi maggiori esponenti Mario Schifano; Mimmo Rotella; Franco Valente; Esteban Villalta Marzi; Giampaolo Atzeni.

  • Baner Ehome

© 2001-2020 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies