Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2018
  • top-home-oscar
  • home-una-vita
  • annuario2017
  • top-home
  • annuario2016

Grande accoglienza per “O PAÍS DO FUTEBOL”

25anteprimadocufilmacocella

È stato accolto con lunghi applausi  il docufilm O paìs do futebol di Dario Acocella, presentato in anteprima nazionale a Roma

Alla presenza di un ricco parterre di ospiti e addetti ai lavori si è tenuta a Roma l’anteprima nazionale del docufilm O paìs do futebol, opera seconda di Dario Acocella, presentato nella serata di mercoledì 19 dicembre allo spazio Angelo Mai. Il film, prodotto da Zerozerocento Produzioni in collaborazione con Rai Cinema e Pepito Produzioni, è stato girato interamente a Rio De Janeiro durante i mondiali di calcio del 2014 e indaga, con attenzione e verità, la lotta contro il business del calcio che l’ormai eroe nazionale Eron Morais Melo porta avanti con fermezza da molti anni e in particolare in occasione di Brasile 2014. 88Locandina

Eron è riconoscibile dalla maschera di Batman che indossa abitualmente e insieme agli altri protagonisti del film - i piccoli Vitor e Darlan che vivono in una favela che si affaccia sullo stadio Maracanà e l’italiano Geremia, capitato quasi per caso a Rio – rappresenta i punti di vista non consueti attraverso i quali osservare quell’enorme evento mediatico e sportivo che raccoglie a sé migliaia di persone e cattura l’attenzione di milioni di spettatori attraverso radio e televisioni.

"Questo docufilm mi ha impegnato per un anno e mezzo di lavoro, di cui due mesi e mezzo trascorsi in Brasile e non senza difficoltà - afferma il regista Dario Acocella – Ho contattato Eron dopo averlo visto in foto su un tabloid inglese e aver letto della sua lotta faticosa. I progetti audiovisivi possono raggiungere una forma più o meno perfetta una volta portati a termine, ma ciò che li rende davvero unici è la ricerca, che può essere svolta sui contenuti come sulle immagini. Quando c’è ricerca dietro ad un film, come in questo caso, allora vale sempre la pena realizzarlo“.

Grande interesse e coinvolgimento è stato mostrato da parte del pubblico presente nei confronti dei temi trattati nel film, in particolare le manifestazioni in Brasile contro sprechi e corruzione e la volontà di risvegliare una coscienza civile a favore della tutela dell’individuo e della collettività. La cifra registica di Dario Acocella si conferma attenta, precisa ma non invadente, nel narrare quegli aspetti scomodi che si celano dietro il business del calcio e nel seguire con discrezione ma pienezza le vicende dei protagonisti e i valori da essi rappresentati.

Dario Acocella è regista e sceneggiatore di serie televisive, film documentari, videoclip e cortometraggi. Inizia la sua carriera nel 2001 dedicandosi alla videoarte, lavora poi come aiuto regia in numerosi e importanti set televisivi e cinematografici. Esordisce alla regia televisiva nel 2009 con la serie Il Bene e il Male  in onda su RaiUno in prima serata e al cinema nel 2013, con il docufilm Ho fatto una barca di soldi presentato alla Festa del Cinema di Roma. Attualmente è impegnato nella preparazione del suo primo lungometraggio di finzione dal titolo Aria.a

  • banner fabbricanti oro
  • banner 130x65 noassociati
  • bannercuktural news
  • banner-christie

© 2001-2015 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies