Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2019
  • home-una-vita

MARINA CASTELNUOVO E L' "IMPAREGGIABILE LIZ"

23CON MANARI BIANCHI

Il 23 marzo 2019 ricorre l’anniversario della scomparsa di Liz Taylor, che ci lasciò 8 anni fa. L’immagine dell’indimenticabile attrice dagli occhi blu è legata a doppio filo alla sua splendida “sosia storica”, Marina Castelnuovo, attrice, conduttrice, stilista, imprenditrice e scrittrice, che qualche anno fa (nel 2013) inaugurò a Milano presso il Museo del Manifesto Cinematografico in via Gluck, la mostra “Impareggiabile Liz” di cui fu applauditissima Madrina. 

19fotomostraliz

Nella sale del Museo erano esposte anche 4 copie di abiti indossati da Liz Taylor realizzati dalla Sartoria Pia Rame di Milano, nonché copie dei suoi famosi gioielli realizzati da De Liguoro Bijoux di Milano, con presentazione ed esposizione nella sezione della Mostra dedicata a Marina Castelnuovo. Grande entusiasmo suscitò la nuova collezione di gioielli personalizzata dal nome Marina Castelnuovo Bijoux – Swarovski Elements – da lei disegnata. 

18ESPOSIZIONEABITIGIOIELLI

Per salutare il successo della mostra  venne anche organizza una cena molto speciale con piatti ispirati alla Diva dagli occhi viola.

15CONFRANCOBIANCHI

A fare da cornice al banchetto era proprio la mostra con gli oltre 100 manifesti che da “Torna a casa, Lassie!” (1943) a “I Flintstones” (1994), celebravano la carriera  di Liz Taylor, non dimenticando i capolavori come “Il padre della sposa”, “La gatta sul tetto che scotta”, “Venere in visone”, “Chi ha paura di Virginia Woolf?” e naturalmente  il kolossal “Cleopatra”.

15centrfotomostra

La cena aveva come ospite d’onore e testimonial - ovviamente -  Marina Castelnuovo. 

L’evento si apriva con una visita guidata che portava i commensali a calarsi nelle atmosfere dei film interpretati dalla grandissima Liz. Il menù, vista la passione della Taylor per l’alcool, richiamava in ogni portata i sapori delle sue bevande preferite, ad esempio, per gli antipasti, ostriche e champagne, Prosciutto  San Daniele, Tonno e spada al gin. E così via fino al dessert: Dolce dello chef ai mirtilli “perché dove c’è Liz il viola dei suoi  occhi non deve mai mancare”.

16VITASULPALCOCOPIONE

Oggi Marina Castelnuovo ricorda quei giorni con piacere, ma soprattutto ricorda con affetto Liz, alla quale dedicò un libro - “Liz & Io”. E’ un autentico “falso d'autore”, - spiega - un'autobiografia con oltre 100 foto a colori che mi vedono ritratta con numerose celebrità internazionali, tra cui Liz Taylor”. Il libro riscosse grandi consensi di pubblico e di critica. Marina fu anche protagonista del bellissimo docufilm “Io & Liz” diretto da Carlo Pugina, presentato al BAFF 2014, prestigioso  Festival del Cinema.

www.marinacastelnuovo.com

  • banner fabbricanti oro
  • banner 130x65 noassociati
  • bannercuktural news
  • banner-christie

© 2001-2015 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies