Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • annuario 2019
  • home-una-vita

Grande Concerto di Natale al San Giacomo alla Lungara

25aperturaconParroco

C’era un pubblico assorto e rapito dal fascino dalla musica e dal canto di Giovanna Nocetti (cantante e produttrice italiana) e Simona Bruno (Musicista violinista e violista), e dalla cantante lirica soprano Tania di Giorgio per il Grande Concerto di Natale al San Giacomo alla Lungara in Roma, la sera del 20 Dicembre 2019.

Ad aprire il concerto alcune poesie di Trilussa recitate dalla brava soprano Tania di Giorgio. Si è svolto in un'atmosfera soave l'evento che ha visto le tre artiste esibirsi in uno dei luoghi di culto cattolico tra i più affascinanti della capitale.21conartisteinpiedi

Un tempo la chiesa era chiamata San Giacomo in Settignano per essere prossima alla Porta Settimiana. Fu fondata nel IX secolo e ha un campanile romanico costruito nel XIII secolo; è l'unico monoforo a Roma di quel periodo. Il tempio originario, a tre navate, fu completamente ristrutturato su commissione del cardinale Francesco Barberini, per opera di Luigi Arrigucci (1643) e restaurato nel 1901. Nell'interno, a navata unica, è posta sull'altare maggiore una raffigurazione di San Giacomo attribuita a Giovanni Francesco Romanelli. Nel presbiterio è posto il monumento funebre di Ippolito Merenda del Bernini. 

21taniadigiorgio

In un'alternanza di aneddoti e racconti la serata si è svolta con un ricco programma musicale con canzoni come “Ea de maggio – di Mario Pasquale Costa; Dicitencello vuie – di Rodolfo Fabio; I'te vurria vasa’ – di Edoardo di Capua – Nina si voi dormite – di Romolo Leonardi ed Amerigo Marino; Ave Maria no morro di Herivelto de Oliveira Martins; Cuccurucucu Paloma – di Tomas Mindez; La cantata dei pastori – di Andrea Perrucci;  Quanno nascette Ninno – di sant'Alfonso Maria de' Liguori; per concludere con una delle canzoni tra le più note del repertorio di Giovanna, ovvero “Il mio ex”. Tra i presenti in sala anche il cantante romano Riccardo Antonelli e la pittrice scultrice testimonial internazionale dell'Annuario del cinema Italiano & Audiovisivi Roberta Gulotta.

LE MUSICISTE

Giovanna Nocetti16chitarrista

Appassionata di musica fin dall'adolescenza, studia canto e chitarra con la Professoressa Ida Neukusler ed inizia a partecipare a numerosi concorsi canori per dilettanti. Si trasferisce a Milano e studia armonia jazz con il maestro Sante Palumbo, che riesce a procurarle un contratto con la Meazzi, etichetta con cui debutta nel 1967. 

Viene lanciata da Pippo Baudo partecipando al gioco televisivo Settevoci con il brano Il muro cadrà facendosi conoscere a livello nazionale. Nel 1970 passa alla Ariston Records e partecipa al Cantagiro con Canne al vento, scritta da Mino Reitano; nello stesso anno partecipa alla Mostra internazionale di musica leggera di Venezia con Cronaca nera, scritta da Bruno Lauzi, classificandosi al secondo posto. 

Con l'etichetta di Alfredo Rossi registra tre album: Una corsa pazza (1971) che contiene uno dei suoi pezzi più celebri, Io volevo diventare scritta per lei da Claudio Rocchi e Gerardo Carmine Gargiulo, Ho passato un brutto inverno (1973) e Una storia quasi vera (1975).

Nel 1971 partecipa a Canzonissima, dove presenta Sorge il sole, cover di Let the sunshine (tratto dal musical Hair) e, nella seconda fase, una sua versione di E penso a te di Mogol e Lucio Battisti, che rimarrà inedita.

L'anno successivo con Perché perché, scritta per il testo da Alessandro Colombini e Luigi Albertelli e per la musica da Edoardo Bennato, partecipa a Un disco per l'estate 1972. Nel 1973 ritorna al Disco per l'estate con Il fiume corre, l'acqua va, scritta da Gerardo Carmine Gargiulo e a Canzonissima con Questo amore un po' strano.

Ha posato integralmente nuda per l'edizione italiana di Playboy. Il numero con il servizio intitolato "Sono una cantante tv ma per voi mi spoglio", per il quale ha posato accanto ad un cavallo con anche il pelo pubico in vista, ha riscosso notevole successo di vendita e dopo oltre 40 anni è ancora ricercato sulle bancarelle dell'usato.

Nel 1979 ottiene un grande successo con "Il mio ex", cover di un brano brasiliano.

Nel 1984 compone una versione della Ave Maria, da lei stessa cantata con l'Orchestra Sinfonica Ludovico da Victoria del Pontificio Istituto di Musica Sacra, nella Sala Nervi del Vaticano, alla presenza di Papa Giovanni Paolo II; in questo periodo dirada le sue apparizioni nei canali televisivi a diffusione nazionale, pur continuando a lavorare nelle TV locali e nelle serate dal vivo. Fonda anche una casa discografica, la Kicco Music, che pubblica musica operistica e classica.

Autrice di un testo teatrale drammatico “La sottana” rappresentato a Roma al teatro La Piramide con la presentazione di Dacia Maraini. Nel 1994 scrive le musiche di Embargos, spettacolo di Enzo Moscato, con il quale vince il prestigioso premio UBU

Nel 1994 ha fondato la "Giovanna Nocetti Editore", con la quale pubblica libri di musica, teatro e didattica.

Nella seconda metà degli anni novanta ha ottenuto nuova visibilità televisiva, partecipando come ospite a fianco di vari colleghi a Ci vediamo in TV, trasmissione della prima fascia pomeridiana condotta da Paolo Limiti fra il 1996 e il 2001.

È stata insignita di prestigiosi premi nazionali ed internazionali fra i quali: Leone d'oro alla carriera, Premio Antonio De Curtis, Premio Campidoglio “Personalità Europea”.

In agosto 2008 a San Felice Circeo è stata interprete di uno spettacolo ideato dal regista Sergio Licursi sulla vita di Anna Magnani, per il quale ha composto una Ninna Nanna su testo dello stesso Licursi. Licursi ha anche ideato per lei nel 2007 lo spettacolo “Di quell'amor”, un viaggio al femminile nel cuore del melodramma, con orchestra sinfonica. In agosto 2009 nel Chiostro di Pietrasanta ha eseguito un concerto di arie da salotto con voce recitante “Pasolini e la sua musica”

Giovanna si è anche occupata di regia teatrale, allestendo spettacoli di musica lirica, quali: Cavalleria rusticana e Pagliacci al Teatro Umberto Giordano di Foggia, pubblicata in DVD; Marta e Maria rappresentata in prima mondiale nel Castello di Sarre, in Valle d'Aosta, nell'ambito del Primo Festival Internazionale Estivo di Sarre con Tiziana Fabbricini e Gloria Scalchi e la partecipazione di Alma Manera opera trasmessa in tutto il mondo in diretta via internet; Carmen al Teatro Coccia di Novara e al Teatro Sociale di Mantova, pubblicata in DVD; Madama Butterfly per l'inaugurazione del Festival Lunatica di Massa Carrara nel 2008; Il Barbiere di Siviglia al Festival di Massa e all'Anfiteatro di Rio Marina (LI) nel luglio 2009; Rigoletto sempre all'Anfiteatro di Rio Marina nel luglio 2010.

È citata nel libro “Opere di Giovanni Testori”, Ed. Classici Bompiani, in relazione allo spettacolo teatrale di Giovanna Nocetti “Ieri e sempre” appositamente scritto per lei da Giovanni Testori.

È inserita tra le musiciste più importanti d'Europa a pag. 379-380 del libro “Donne in Musica” di Patricia Adkins Chiti, Armando Editore, in quanto compositrice di arie liriche per voci soliste, quartetti d'archi, ensemble, eseguite nei vari teatri nazionali ed internazionali da cantanti lirici famosi.

Nel 2000 le viene commissionata dal Comitato del Giubileo una composizione destinata all'apertura dell'anno giubilare dal titolo “Preghiera dell'Artista” che lei stessa esegue nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva in Roma.

Nel 2002 ha musicato una preghiera di Padre Pio Tutto è scherzo d'amore, incisa da Cecilia Gasdia.

Da cinque anni è direttore artistico dell'Anfiteatro di Rio Marina (Isola d'Elba) per il quale ogni anno cura l'allestimento e la regia degli eventi lirici ("Notte viennese", "La Traviata", "Madama Butterfly", "Il Barbiere di Siviglia", "Melò e Operetta").

Nel 2009 e nel 2010 è ospite nella trasmissione televisiva "MilleVoci" di Gianni Turco, dove si esibisce col suo intero repertorio in alcune puntate. Pubblica il singolo Havaghila, interpretato con Alma Manera.

Nel 2011 compone, insieme all'amico di sempre Paolo Limiti, il brano Regalo ad un'amica per Alma Manera.

Nel 2012 torna sugli schermi televisivi, in veste di direttrice d'orchestra, grazie al nuovo programma E state con noi in TV, condotto da Paolo Limiti.su RAI 1.

Nel 2013 è ancora ospite, in 15 puntate, nel programma d'intrattenimento musicale "MilleVoci" (di Gianni Turco).

Nel 2015, Abracadabra per Viola Valentino, prodotto dalla Kicco Music. È compositrice, con Enzo Campagnoli, della canzone Dietro un grande amore del film di Domiziano Cristopharo The Transparent Woman (2015) su testo di Paolo Limiti, scelta dalla collega Orietta Berti che l'ha incisa ed inserita nel suo ultimo ed omonimo CD di canzoni edito nel novembre 2015 per festeggiare i suoi 50 anni di carriera artistica.

Dal maggio 2016 è mensilmente ospite di TV2000 nella trasmissione "Bel tempo si spera" in onda in diretta il lunedì mattina.

Nel 2016 è ospite ad Alassio nello spettacolo "La voce del silenzio" condotta da Paolo Limiti.

A novembre 2017 rilancia l'inedito su testo di Paolo Limiti "Trenta Giorni", prodotto dalla Kicco Music con la voce di Caterina Ferri.

Nell'estate 2018 partecipa al concerto a Villa Bertelli "Ciao Paolo" a fianco di Stefania Cento, Fabrizio Voghera e della cantante emergente Caterina Ferri.

Sempre nell'estate 2018 si esibisce con Caterina Ferri nella tappa del concerto di Orietta Berti alla Versiliana. Come gran finale propone il suo brano "Dietro un grande Amore" insieme a Caterina Ferri e alla stessa Orietta Berti.

A maggio 2019 pubblica il singolo "Ma meglio una donna" composto con Luigi Mosello e arrangiato dal M.° Roberto Russo su etichetta Music Universe a.c.m.: il brano tratta delicatamente della problematica sociale della violenza sulle Donne.

Simona Bruno

16simona brunoE' violinista e violista. Musicista versatile ha frequentato gli studi musicali al Conservatorio di Santa Cecilia in Roma e si è perfezionata in vari Master internazionali a S. Pietroburgo, S. Sebastian, e in Italia a Montone col M* A.Ghedin, al Conservatorio S.Pietro a Majella con Prencipe e Francavilla e così via. Si è cimentata per 10 anni nel Teatro Lirico Sinfonico di Cosenza, affrontando le opere dei compositori più importanti della tradizione italiana e straniera.

Ha inoltre svolto repertorio sinfonico con l'Orchestra Sinfonica di Roma, diretta da grandi direttori di fama internazionale e ha accompagnato prestigiosi solisti quali: Mischa Maisky, Igor Ojstrak, Boris Belkin, Aldo Ciccolini, A.Carbonare, Shlomo Mintz ed altri ancora.

Diplomata in musica da camera e barocca ha svolto e svolge intensa attività artistica in varie formazioni cameristiche.

Nel 2002 ha lavorato come violista per Mediaset e dal 2006 al 2017 è la violinista dei programmi televisivi della Rai, con cui collabora assiduamente, sia in ambito orchestrale che da solista.

È consulente musicale-artistico e collaboratrice ai testi dei Programmi della Rai ed insegnante di violino nelle Scuole Medie ad Istituto Comprensivo della Regione Calabria.

Svolge intensa attività concertistica sia nella musica classica che nel pop, esplorando anche i diversi generi col violino elettrico come sound designer.

(Servizio e foto by Roberta Gulotta - www.roberta-gulotta.com)

  • banner-christie

© 2001-2020 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies