Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • top cover
  • home-una-vita

Stellan Skarsgård al Tuscia Film Fest 2021

L’attore svedese sarà ospite con Jonathan Nossiter e Kalipha Touray della serata di chiusura della diciottesima edizione venerdì 23 luglio

Venerdi 23 luglio Stellan Skarsgård sarà tra gli ospiti della serata di chiusura della diciottesima edizione del Tuscia Film Fest.

L’attore svedese - con Jonathan Nossiter e Kalipha Touray - sarà in Piazza San Lorenzo a Viterbo per presentare Last words, l’ultimo lavoro del regista americano che nel corso della serata riceverà il premio Tuscia Terra di Cinema “Luigi Manganiello” 2021.

Il film  che (oltre a Skarsgård e Touray) ha nel suo cast Nick Nolte, Charlotte Rampling e Alba Rohrwacher è stato selezionato per il concorso del Festival di Cannes 2020 ed è ambientato in un immaginario 2086, quando il mondo che noi conosciamo non esiste più; pochissimi sono sopravvissuti e un giovane intraprende un lungo viaggio alla ricerca di un’ultima comunità di uomini.

Nato a Göteborg nel 1951, Stellan Skarsgård ha iniziato a lavorare giovanissimo, nel 1968, in una serie televisiva, per poi entrare, quattro anni dopo, nella Royal Dramatic Theatre di Stoccolma, dove si è formato artisticamente.

Nel 1982, ottiene il primo importante riconoscimento internazionale grazie a Den Enfaldige mördaren di Hans Alfredson, per il quale vince l’Orso d’argento per il miglior interprete maschile al Festival di Berlino. La grande notorietà arriva sei anni dopo con Le onde del destino di Lars von Trier, che gli apre immediatamente le porte del cinema americano (Amistad di Steven Spielberg, Will Hunting - Genio ribelle di Gus van Sant e Ronin di John Frankenheimer).

Il suo viso intenso e la sua capacità di spaziare, sempre con una straordinaria finezza, in ruoli diversi gli consentono di partecipare a film popolarissimi, come le saghe di Pirati dei Caraibi, The Avengers, Mamma mia! e Angeli e demoni, e di sposare progetti più rischiosi, come Nymphomaniac di Lars von Trier o la lunga collaborazione con il regista norvegese Hans Petter Moland.

Anche le serie tv lo vedono grande protagonista con il successo di Chernobyl, nel 2019, per la quale è stato premiato con un Golden globe come miglior attore non protagonista.

Skarsgård sarà presente alla prossima Mostra del Cinema di Venezia con l’attesissimo Dune di Denis Villeneuve.

Un grande rappresentante del cinema europeo che ha saputo conquistarsi un posto di rilievo anche nel cinema hollywoodiano senza tradire i suoi ideali.

  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies