Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • top cover
  • home-una-vita

“ECO SEX” al Vertical Movie Festival

Il corto di Giulietta Revel, in concorso al Festival nella sezione Vertical Green, promette risate e momenti di riflessione su temi di grande attualità legati al fenomeno del sesso online

Eco Sex è il cortometraggio in concorso al Vertical Movie Festival nella sezione Vertical Green. Il Festival, che ha scelto come tema centrale l’ecologia, prenderà il via a Roma alla Casa del Cinema il 17 settembre alle ore 21. 10Ecosex

Eco Sex  è uno sguardo ironico e giocoso sul fenomeno del sesso online e dei problemi legati alla sessualità e alla nascita di un mercato virtuale”, spiega la sceneggiatrice e protagonista, Giulietta Revel, che affronta anche la tematica “green” del sesso e degli accessori correlati. Ad ispirare l’autrice un sito internet gestito da un sex coach nel quale si è imbattuta durante il lockdown. “Racconto di una improbabile insegnante di sesso, per necessità, Coscia Kasinova, che si trasforma in una popolare e facoltosa imprenditrice del settore”. La Kasinova, scappata dal suo paese di origine, il Kazzistan, si ritrova abbandonata dal marito, senza lavoro e disperata pensa a come fare a svoltare il lunario. Così, rovistando fra gli ortaggi nel frigo, viene folgorata dall’idea di puntare su internet e intraprendere l’attività di eco sex “imprenditora”  dispensando, in un buffo italiano, suggerimenti per un sesso felice ed ecosostenibile. A tenerle compagnia il suo amato cagnolino piccolo Boris. A dirigere il film Andrea Marrari, Severine Queyras e Giulietta Revel: il trio Smonty Python riunito sotto questo nome con ironico riferimento ai famosi Monty Python. Un trio entusiasta di aver lavorato ad un corto che affronta con leggerezza alcune tematiche che riguardano la nostra società sempre più afflitta da problemi di relazioni, isolamento, libera espressione della sfera intima; una società che vive in una dimensione apparentemente libera e aperta anche di fronte alla realtà LGBTQ ma che resta, tuttavia, inibita da condizionamenti sociali e retaggi culturali limitanti. I costumi sono stati realizzati dallo stilista Marco Coretti già premiato nella scorsa edizione del Festival, contento di aver replicato l’esperienza di costumista cinematografico in un team di grandi professionisti e per una storia che, precisa, “nella sua semplicità porta alla ribalta un tema così importante e di grande attualità affrontandolo con quella leggerezza di cui, oggi più che mai, noi tutti necessitiamo. Dopo un periodo così difficile e tempo di tornare a sorridere.”

Info sul Festival

Ideato e diretto dall'attore Salvatore Marino, Vertical Movie Festival (www.verticalmovie.itè un concorso cinematografico di produzioni videografiche in verticale 9/16.  L’edizione di quest’anno del Festival ha scelto come tema centrale l’ecologia ed introdotto la nuova sezione Vertical Green. Il concorso prevede tre aree tematiche: Vertical Green, Verrtical Open, Vertical Song.

  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies