Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • top cover
  • home-una-vita

RAZZIA e IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

 Al TEATRO MANZONI di Roma dal 18 al 21 novembre 2021 Fabio Ferrari e Danila Stalteri sono in scena con due spettacoli

14RAZZIA 181121 LocandinaVanno in scena al TEATRO MANZONI due nuovi spettacoli: il 18 novembre 2021 si apre il sipario su RAZZIA, il dramma di Amedeo Osti Guerrazzi sul rastrellamento degli ebrei a Roma, mentre il 19, 20 e 21 novembre 2021 il registro è quello della commedia satirica con IL DIARIO DI ADAMO ED EVA da Mark Twain che disegna gli stereotipi del genere umano con accesa ironia. Due produzioni StArt LAB che vedono in scena Fabio Ferrari, qui anche in veste di regista, e Danila Stalteri.

Razzia è uno spettacolo in dieci racconti che, in prima persona, ci riporta al rastrellamento del Ghetto di Roma del 16 ottobre 1943. Vittime, carnefici, testimoni ci raccontano come hanno vissuto uno dei giorni più tristi della storia di Roma e dell'umanità.

Note di regia

Razzia è un testo teatrale fatto di parola. Non accade nulla. Non si aprono e chiudono porte, non ci sono personaggi che entrano ed escono, tutto è statico, fermo. Eppure la potenza di queste testimonianze ci afferra fin dalle prime battute con una forza ed una violenza che sono direttamente proporzionali alla loro apparente freddezza e alla totale assenza di pathos. Amedeo Osti Guerrazzi è storico, non è drammaturgo (non lo era quantomeno fino ad oggi) ma ha scritto di getto quello che ha ascoltato in una vita di studio dedicata all’argomento più significativo del ventesimo secolo: la distruzione degli ebrei d’Europa. Nello specifico la distruzione degli ebrei romani, solo parziale, ché gli eventi bellici non permisero ai tedeschi di portare a compimento il loro progetto. Ho voluto lasciare il testo nella sua nudità di lettura per far pesare le parole una ad una nella loro scarna crudezza, nella semplicità e talvolta l’ignoranza di coloro che le hanno pronunciate. (Fabio Ferrari, regista)14Il Diario di Adamo ed EvaLocandina

Il Diario di Adamo ed Eva è un classico di Mark Twain che, con qualche divertente incursione nella nostra quotidianità, racconta l'arrivo sulla Terra dell'Uomo e della Donna. Vanno così in scena con ironia le dinamiche che scaturiscono dalle divergenze e dalle incomprensioni che, fin dalla notte dei tempi, alimentano lo scontro - e l'amore - tra due mondi così diversi, eppur così reciprocamente necessari.

Note di regia

Mark Twain, pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens, non è soltanto uno dei padri della letteratura americana. La sua intelligenza, il suo spirito indomito, il suo punto di vista arguto, sempre laterale, spiazzante sono colonne portanti del romanzo umoristico di tutti i tempi. Twain scrisse Il Diario di Adamo ed Eva tra il 1904 e il 1905 in forma di due diari separati ed ispirandosi al suo rapporto con la moglie Livy, io li ho assemblati per questo reading parendomi drammaturgicamente più appetibile. Un uomo ed una donna si trovano in un giardino magico, non sanno nulla l’uno dell’altro, non sanno nulla di sé stessi, non sanno nulla del luogo che li ospita. La scoperta del sé e dell’altro avviene attraverso un diario nel quale Twain si e ci diverte, senza rinunciare alla dolcezza e alternando momenti esilaranti a riflessioni profonde sul rapporto sempre complicato tra uomo e donna. La diversità è forse il tema centrale del romanzo. Uomo e donna sono diversi, lo saranno sempre. La tolleranza è il segreto per capirsi ed apprezzarsi. Concetto modernissimo. Sono pagine anche ciniche, irriverenti e, perché no, sessiste a volerle considerare sotto una lente moderna. Ma è proprio lo spirito di questo grande scrittore, libero ed esente da qualsiasi moralismo, la chiave della sua modernità. La storia dei primi amanti è la storia di ogni rapporto di coppia, una descrizione tra le più divertenti e dissacranti mai scritte di quell’ordigno ad orologeria che ancora oggi carica il mondo: il rapporto complicato, difficile, meraviglioso, inestinguibile, indispensabile tra uomo e donna. (Fabio Ferrari, regista)

TEATRO MANZONI - 18 novembre 2021, ore 21.00 - RAZZIA, regia Fabio Ferrari - in scena Danila Stalteri e Fabio Ferrari - Clarinetto: Andrea Loccia - Chitarra classica: Stefano Coco - Produzione StArt LAB - Durata: 60’

19, 20 e 21 novembre 2021, ore 21.00  - IL DIARIO DI ADAMO ED EVA, regia Fabio Ferrari - in scena Danila Stalteri e Fabio Ferrari - Clarinetto: Andrea Loccia - Chitarra classica: Stefano Coco - Produzione StArt LAB - Durata: 70’

INFORMAZIONI GENERALI

TEATRO MANZONI, via Monte Zebio 14/c, Roma

Per informazioni e acquisto biglietti: cell. 333.1818158 (Whatsapp) - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari biglietteria: via Monte Zebio 14/c, Roma, dal lun al sab dalle ore 15.00 alle ore 20.00 | Domenica dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00

Prezzi biglietti: Poltronissima €20 |Poltrona €15 |Rid. gruppi (min. 10 persone) €10

L’ingresso al teatro sarà consentito esclusivamente su presentazione della Certificazione Verde Covid-19

 

 

  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies