Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

  • top cover
  • home-una-vita

RE GRANCHIO al 39° TORINO FILM FESTIVAL

 

Il film di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis (Film della Critica 2021) uscirà in sala il 2 dicembre distribuito da Luce - Cinecittà

Numerosi i riconoscimenti ottenuti da “Re Granchio” in tutto il mondo: New York Film Festival, Karlovy Vary, Viennale (Premio Fipresci), Annecy Cinema Italien (Miglior Film), DocLisboa (Film di chiusura), Pingyao International Film Festival, Thessaloniki International Film Festival (Premio Silver Alexander - Meet the Neighbors), Mostra Internacional de Cine San Paolo, Festival de Sevilla, Festival Internacional de Cine Mar del Plata, ICA - Frame of Representation. Il film di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis, si potrà vedere al prossimo 39° TORINO FILM FESTIVAL e uscirà nelle sale il 2 dicembre distribuito da LUCE - CINECITTÀ.7regranchioposter

La scheda del film: 

Produzione RING FILM con RAI CINEMA

In coproduzione con SHELLAC SUD, VOLPE FILMS, WANKA CINE

In associazione con LASER FILM

Una co-produzione: Italia-Francia-Argentina

Prodotto da Tommaso Bertani

Co-prodotto da Thomas Ordonneau, Massimiliano Navarra, Agustina Costa Varsi, Ezequiel Borovinsky

Distribuzione LUCE - CINECITTÀ

Con GABRIELE SILLI, MARIA ALEXANDRA LUNGU, MARIANO ARCE, DARIO LEVY, JORGE PRADO, DANIEL TUR, SEVERINO SPERANDIO, BRUNO DI GIOVANNI, CLAUDIO CASTORI, DOMENICO CHIOZZI, ERCOLE COLNAGO

Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis (nati nel 1986) sono due registi italo-americani. La loro collaborazione inizia con il corto documentario Belva nera (2013, Argentina, Italy, 33’) e con il pluripremiato documentario Il Solengo (2015, Argentina, Italy, 70’)

La loro ricerca si concentra sui racconti popolari e le leggende della tradizione contadina, unitamente al meccanismo imperfetto e incompleto con cui la tradizione orale genera sempre nuove storie.

I loro film sono stati selezionati in numerosi festival, tra cui IFF Rotterdam, Göteborg Film Festival, Art of the Real in New York, Viennale, BAFICI, RIDM São Paulo Film Festival e sono stati premiati a Cinéma du Réel, Doclisboa e al Torino Film Festival.

LA TRAMA: Italia, giorni nostri. Alcuni vecchi cacciatori ricordano insieme la storia di Luciano.

Tardo Ottocento, Luciano è un ubriacone che vive in un borgo della Tuscia. Il suo stile di vita e la sua ribellione al dispotico principe locale lo hanno reso un reietto per il resto della comunità.

In un estremo tentativo per proteggere dal principe la donna che ama, Luciano commette un atto scellerato che lo costringe a fuggire in esilio nella Terra del Fuoco.

Qui, la ricerca di un mitico tesoro, al fianco di marinai senza scrupoli, si trasforma per lui in un’occasione di redenzione. Ma la febbre dell’oro non può seminare che tradimento, avidità e follia in quelle terre desolate.

  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Informativa sull'utilizzo dei Cookies