• top cover
  • home-una-vita

“LE LACRIME DEI PESCI NON SI VEDONO”

Sabato 1° ottobre a Castello di Postignano in Umbria l’avventura nel romanzo di Massimiliano Scuriatti

Un romanzo avventuroso tra finzione e realtà: sabato 1° ottobre alle 17.30 Le lacrime dei pesci non si vedono è protagonista a Castello di Postignano nel cuore dell’Umbria, per un incontro con l’autore Massimiliano Scuriatti, presentato da Paolo Petroni e Matteo Scaramella, tra le mura della Chiesa SS. Annunziata. 

Un’immensa distesa di pesci agonizzanti, a ricoprire l’intera baia e dovuta allo sversamento d sostanze tossiche, per il giovane pescatore sarà l’innesco per intraprendere un picaresco viaggio alla ricerca dello “straniero” che ritiene responsabile di quel disastro ecologico. Tra finzione e realtà Le lacrime dei pesci non si vedono, edito nel 2022 da La Nave di Teseo, è una storia familiare ricca di colpi di scena e rimandi al mito e alla storia. Vicende immaginarie, che rinviano a fatti veri dell’intera storia siciliana, quale nodo centrale per comprendere scelte politiche che hanno determinato il percorso spesso drammatico dell’isola, come dell’intera nazione.

L’autore Massimiliano Scuriatti è nato ad Augusta, in Sicilia e vive a Milano, dove lavora per il cinema, il teatro, la televisione, nonché come direttore di collana e docente di sceneggiatura. Ha conseguito la laurea in drammaturgia al DAMS (Università di Bologna) e un master in produzione musicale all'Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Negli ultimi vent'anni ha ideato programmi televisivi e pubblicato libri quali il romanzo desordio Mico è tornato coi baffi (2011), E io lo nacqui. Totò, o l'arte della commedia bassa (2015), Una vita, mille vite. Conversazione con Lorenza Mazzetti (2021, La nave di Teseo). Scuriatti è anche il curatore delle raccolte teatrali del giornalista ucciso dalla mafia Giuseppe Fava. Attualmente è impegnato in progetti teatrali e cinematografici.

L’appuntamento, aperto al pubblico, è parte della rassegna culturale “Un Castello all’Orizzonte”, giunta alla decima edizione a Castello di Postignano, l’antico borgo medievale, in Valnerina, tornato alla vita grazie a un accurato e sapiente restauro, definito Esemplare da Italia Nostra, premiato dai Club Unesco Europa e definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr. “l’archetipo dei borghi collinari italiani”.

Informazioni: Castello di Postignano www.castellodipostignano.it t. +39 0743 788911   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001

Informativa sull'utilizzo dei Cookies
Informativa Privacy