• top cover
  • home-una-vita

“La vita è una danza” di Cédric Klapisch, dal 6 ottobre al cinema 

25Lavitadanza
(Foto credit: ® Emmanuelle Jacobson-Roques)
di Ester Ippolito
Una Parigi meravigliosa, anche quando è piovigginosa, la vitalità del  Centro 104, luogo di incontro e scambio delle arti e palcoscenico di ogni genere di danza, il backstage del teatro dell’ Opera, il mare della Bretagna: questi gli scenari, illuminati da una spendida fotografia, del nuovo film “La vita è una danza”, di Cedric Klapisch, ill regista di “L’appartamento spagnolo” e della serie Netflix “Chiami il mio agente!” . A dimostrazione che ci sono tante vite da vivere e tante danze da ballare.... Protagonista  del film, al cinema il prossimo 6 ottobre, Elise, una promettente ballerina di danza classica che vive nella capitale francese insieme al fidanzato, e interpretata da Marion Barbeau, prima ballerina dell’Opera i Parigi. Fra gli artisti principali il coreografo Hofesh Shechter.15vitadanzaposter
E’ un film, che mantenendo il tono della commedia, insegna il valore della rinascita anche di fronte alle sfide più ardue.
Per Elise, un momento felice per la sua carriera, tutto cambia all’imprivviso: una delusione d’amore e un grave infotrunio che sembra precludere il suo ritorno alla danza, passione coltivata fin da giovanissima grazie anche alla madre scomparsa. Da qui parte un cammino verso la guarigione fisica ed emotiva, e la protagonista dimostra una grande forza interiore, riesce ad ascoltare gli incoraggiamenti degli amici fino ad arrivare ad accettare una nuova vita e abbracciare nuove opportunità: un nuovo amore, la scoperta della forza ed energia della danza moderna.
Potrei dire prevedibilmente che è un film sulla vita, - le parole del regista - un film sul piacere profondo di chi balla e che nutre questo desiderio di elevarsi, di superarsi.  Non condivido quel lato oscuro e doloroso che spesso associamo al mondo della danza. Per molte persone, infatti, la danza classica è associata all'idea di sofferenza. C'è ovviamente del vero in questo: i corpi dei ballerini soffrono come quelli dei grandi atleti. Non nego i sacrifici che richiede. Ma ho preferito focalizzarmi più sull’idea della passione che del sacrificio. Non si può essere ballerini senza essere focalizzati sulla vita, perché ballare è soprattutto uno dei piaceri della vita. La storia del film si basa su un'idea di ricostruzione e rinascita, con il desiderio che ci sia bisogno di andare verso qualcosa di positivo e solare, qualunque siano gli sforzi per raggiungerlo. 
Élise ha le caratteristiche tipiche di una ballerina” - spiega l’interprete della protagonista Marion Barbeau - “È una combattente, una persona fortissima che si è costruita una corazza intorno dopo la morte della madre. Ma il suo infortunio le insegnerà anche a domare le sue debolezze e a convivere con le sue fragilità. Questo è ciò che ho amato di più nella sceneggiatura: il fatto che Élise non si senta mai dispiaciuta per se stessa, nonostante quello che le succede.”
23Lavitaunadanza
(Foto credit: ® Emmanuelle Jacobson-Roques)
CAST & CREDITS
Data di uscita: 06 ottobre 2022 - Genere: Commedia, Drammatico - Anno: 2022 - Durata: 117 min
Paese: Francia, Belgio
Distribuzione: BIM Distribuzione
Fotografia: Alexis Kavyrchine
Montaggio: Anne-Sophie Bion
Produzione: Ce Qui Me Meut, Canal+, Ciné+, France Télévisions
  • Baner Ehome

© 2001-2021 ANNUARIO DEL CINEMA - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Centro Studi di Cultura, Promozione e Diffusione del Cinema
Presidente Alessandro Masini
Corso di Francia 211 - 00191 Roma
P.IVA 04532781004

La Direzione stabilisce insindacabilmente di inserire, rimuovere, oscurare, modificare, immagini e testi dal sito, a propria discrezione.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001

Informativa sull'utilizzo dei Cookies
Informativa Privacy